Progetto Città Viva-“Brundisium”

Progetto Città Viva-“Brundisium”
Il settore del commercio a Brindisi rappresenta, da sempre, uno dei fattori di maggiore sviluppo di una realtà, geograficamente, posta al confine con altri Comuni di grande attrattiva (Ostuni, Lecce, Ceglie Messapico, ecc.) e che garantiscono alla nostra città la possibilità di sfruttare, anche solo indirettamente, l’enorme flusso di turisti.
L’importanza di tale settore è confermata, inoltre, dai dati forniti dalla locale Camera del Commercio, Industria, Agricoltura ed Artigianato (CCIAA), dai quali risulta che, nella città di Brindisi, le attività rivenienti dai settori del commercio, servizi e turismo ricoprono circa due terzi (2/3) di tutte le attività produttive insistenti nel territorio comunale; la presenza delle sole attività commerciali è pari al 30,30% del tessuto imprenditoriale locale, a conferma di una professionalità frutto della tradizione propria di questo piccolo paese, ricchezza del territorio da proteggere e salvaguardare perché fonte di decine di migliaia di posti di lavoro, sia diretti che indotti.
Anche da un punto di vista di contribuzione alla ricchezza della nostra Provincia, il settore terziario svolge un ruolo preponderante con un apporto pari al 75,50% di cui il solo settore del commercio rappresenta il 33% annuo del totale della ricchezza prodotta, contro un 20,40% di ricchezza prodotta dal comparto industriale. 
Questo settore, in questi anni, ha comunque subito un forte ridimensionamento, dovuto a fattori sia interni sia esterni che hanno condizionano il settore commerciale e costretto gli operatori ad una condizione di incertezza e di precarietà che ha frenato gli investimenti e lo sviluppo, a discapito di una crescita che sembrava ormai cosa certa e di uno sviluppo indispensabile per risolvere i problemi di un territorio come quello brindisino.
Per venire incontro alla crisi economica, vi è bisogno di individuare un nuovo sistema di sviluppo del nostro comune che, sfruttando gli interventi di riqualificazione urbana della nostra città, porti ad uno sviluppo organico del comparto ed all’individuazione degli strumenti opportuni per risollevare e sostenere il commercio, oggi principale risorsa economica rimasta ed, al contempo, imprimere una accelerazione allo sviluppo turistico, oggi potenzialità rimasta inespressa.
Oggi i commercianti del Centro si trovano ad affrontare un aumento generalizzato dei costi di struttura, soprattutto a causa dell’aumento degli affitti e, al contempo, vedono una contrazione delle vendite dovuta ad una inaccessibilità del centro storico da parte dei cittadini residenti nelle zone periferiche e da parte degli abitanti delle città limitrofe e dei turisti in genere, oltre che a causa del totale dirottamento del traffico passeggeri verso la zona portuale di Costa Morena. 
Per cercare di porre un freno a questa situazione è indispensabile cercare di riportare la gente a frequentare il Centro Storico, naturale luogo di incontro e di scambio commerciale, nonché patrimonio dell’intera città; per far questo bisogna però individuare delle soluzioni che vadano ad intercettare l’utenza potenziale e la convincano, coinvolgendola, ad arrivare nel centro storico alla scoperta delle nostre meravigliose piazze e viuzze anche attraverso una mobilità alternativa all’automobile.

Obiettivi
Il progetto prevede come finalità principale lo sviluppo delle attività commerciali ed artigianali oggi esistenti, la loro promozione e, più in particolare, la rivitalizzazione del Centro Storico e del centro urbano in generale, ciò attraverso l’azione sinergica di diversi soggetti, commerciali e non quali il Comune di Brindisi, la CCIAA di Brindisi, le Associazioni di Categoria maggiormente rappresentative (Confesercenti e Confcommercio), le forze dell’ordine, la cittadinanza, ecc.; in tal modo si cercherà di creare un sistema economico di qualità in cui l’offerta commerciale del Centro Storico sia abbinata alla valorizzazione di tutto il territorio brindisino e passi inevitabilmente attraverso lo sviluppo turistico della città.
Solo con un lavoro di questo tipo si possano restituire quote di mercato ai commercianti, del centro urbano prima e della città nel suo complesso poi, presentando al contempo ai consumatori una offerta commerciale ampia e variegata che funga da volano dello sviluppo turistico ed impedisca la dispersione di quote di consumo delle famiglie in territori extra provinciali, limitrofi al nostro e con esso fortemente competitivi quali Lecce e Bari. 
L’aumento dell’utenza, facilitato da una rimodulazione degli orari di apertura più attenta alle esigenze dei consumatori ed alle tendenze stagionali, la minore dispersione di quote di consumo in territori a vocazione turistica confinanti con il nostro, l’incentivazione della propensione al consumo extra domestico delle famiglie, attraverso una attenta campagna promozionale e la ideazione di “menù turistici” che permettano a tutti la possibilità di cenare fuori casa, sono tutti elementi di un unico progetto che ha come finalità l’aumento dei fatturati delle imprese del settore ed il superamento di una situazione di difficoltà che mette a rischio migliaia di lavoro diretti ed indiretti.

I punti di forza
Il principale punto di forza del progetto è costituito dalle forti potenzialità attrattive del centro storico di Brindisi che, vantando un patrimonio storico – architettonico di notevole pregio, rappresenta quindi un contesto ideale per la realizzazione di un sistema commerciale di qualità; altro punto di forza è una diffusa e radicata presa di coscienza che solo attraverso un impegno comune è possibile il rilancio socio- economico dell’intero settore commerciale e la riqualificazione strutturale del centro urbano. 
Per la valorizzazione dell’identità storica propria della nostra città occorre creare una cultura tendente a valorizzare il centro storico come sistema integrato, un vero e proprio “Centro Commerciale Naturale”, sviluppando in questo modo un nuovo polo attrattivo multifunzionale che rappresenti il nuovo magnete del turismo commerciale nell’intera Provincia.
Il periodo estivo poi, accompagnato dalla stagione dei saldi, rappresenta sicuramente un momento di grande richiamo da un punto di vista commerciale ed amplificherà il sicuro ed importante ritorno economico e di immagine derivante dalla campagna promozionale che sarà comunque massiccia, permettendo agli operatori commerciali un aumento dei volumi di fatturato e l’acquisizione di nuove quote di mercato.

I soggetti Coinvolti
Per la realizzazione del progetto sono state realizzate sinergie ed azioni di raccordo tra i vari soggetti promotori dell’evento e che sono:

  1. L’Assessorato alle Attività Produttive che, nella persona dell’Assessore Raffaele De Maria, per primo ha riconosciuto quelli che sono i problemi più gravosi che gli operatori commerciali della città sono chiamati ad affrontare quotidianamente ed ha mostrato una particolare attenzione al tema dello sviluppo turistico quale strumento indispensabile per rilanciare il settore del commercio e dell’artigianato.
  2. La Camera di Commercio, Industria, Artigianato ed Agricoltura della Provincia di Brindisi (CCIAA) in rappresentanza di tutte le imprese del territorio e che, come e più di altri, conosce e comprende le difficoltà che stanno vivendo oggi le nostre imprese ed è impegnata nella ricerca di possibili strategie di sviluppo.
  3. La Confesercenti e la Confcommercio, Associazioni di Categoria rappresentative a livello nazionale, regionale e provinciale che, da sempre, sono vicine alle problematiche degli operatori commerciali e conoscono approfonditamente le loro esigenze. Solo attraverso le Associazioni vi può infatti essere un indispensabile momento di sintesi tra le diverse opinioni e pareri circa le modalità per superare un momento di crisi come quello che ha colpito il comparto commerciale e che vede tutti concordi nel ritenere che solo attraverso un aumento dell’utenza si possa garantire la necessaria crescita professionale degli operatori.
  4. I commercianti, i quali hanno ben accolto questa iniziativa ed hanno offerto tutta la loro disponibilità affinché questo progetto vada in porto e contribuisca in maniera durevole al rilancio del settore. In particolare, la categoria dei Pubblici Esercizi (Bar, Ristoranti, Pizzerie, gelaterie, ecc.) sta studiando la possibilità di offrire un menù turistico o, semplicemente, un cocktail analcolico da offrire alla clientela ad un prezzo promozionale per incentivare la tendenza al consumo extra domestico delle famiglie e rivitalizzare il centro urbano nelle ore serali e nei gironi infrasettimanali.
Modalità
La realizzazione del progetto in questione necessità della partecipazione attiva delle istituzioni, delle Associazioni di Categoria, dei commercianti e degli artigiani del centro e dei cittadini tutti.
Il progetto si articola in diversi tipi di intervento, tutti orientati al raggiungimento delle finalità prefissate ed, in particolare, si svilupperà attraverso i seguenti punti:

  1. Auto elettrica per il trasporto delle persone, dora innanzi Trenino, la cui funzione sarà quella di accompagnare coloro che lasceranno le auto nel parcheggio di Via Spalato in giro per il centro alla scoperta dei vari negozi e botteghe artigiane, senza con ciò appesantire il traffico urbano e decongestionando di conseguenza il centro storico.
  2. Passeggiate all’interno del centro storico con biciclette a quattro posti che saranno noleggiate gratuitamente a chi ne farà richiesta, per fare “shopping pedalando” o alla ricerca di angoli caratteristici per una foto ricordo da scattare o una sosta relax per gustare un aperitivo in compagnia.
  3. Baby Park Gonfiabili, per il divertimento dei più piccoli e per la tranquillità dei genitori, saranno situati in più giornate, in punti diversi del centro cittadino.
  4. Calcio Balilla Umano; si tratta di una struttura anch’essa gonfiabile che sarà posizionata verosimilmente in Piazza della Vittoria e che contribuirà al divertimento sia dei grandi che dei bambini, chiamati a confrontarsi nella divertente revisione di uno dei giochi dell’estate più amati dagli italiani.
  5. Clown che, per le stradine del centro storico, allieteranno i visitatori improvvisando sculture con i palloncini o truccando il viso dei bambini e coinvolgendo i turisti ed i cittadini in genere in esilaranti gheg improvvisate al momento per assaporare appieno l’aria di festa e di gioco.
  6. Teatrino delle marionette, per solleticare la fantasia dei bimbi più piccini e permettere ai genitori un ritorno con la mente all’infanzia.
  7. Trampolieri ed artisti di strada che, con il loro fare scanzonato ed ironico, coinvolgeranno i consumatori ed i commercianti in un viaggio onirico attraverso la tradizione circense.
  8. Narratrici di fiabe che, al centro delle principali piazze (Piazza Cairoli e Piazza Vittoria), raduneranno grandi e piccini incantando la folla con la magia di racconti della nostra tradizione.
  9. Concorso di bellezza, abbinato ad una sfilata di moda, sarà organizzato in una Piazza del centro cittadino.
  10. Esibizioni musicali di gruppi di giovani artisti locali, ansiosi di “provare” l’emozione di esibirsi davanti ai propri amici e concittadini ed, al contempo, dimostrare le loro doti o semplicemente la loro voglia di essere parte attiva della festa.
  11. Mostre e fiere, già programmate per i mesi di luglio ed agosto, saranno collegate idealmente all’iniziativa che, più in generale, tende a far riscoprire la città ed i suoi monumenti nel loro complesso. Sarà così possibile ammirare il nostro artigianato artistico nella suggestiva cornice dell’Auditorium delle Scuole Pie o visitare Palazzo Guerrieri o, ancora, visitare San Giovanni al Sepolcro alla riscoperta del mito dei Cavalieri Templari.

Sull’isola pedonale saranno, inoltre, allestiti punti informazione facilmente individuabili (gazebo) che, con l’ausilio di personale appositamente preparato, sarà al servizio di tutti i cittadini interessati a conoscere gli orari esatti di svolgimento degli spettacoli o il dettaglio delle iniziative in programma nell’ambito dell’ “estate 2007”; sempre i gazebo saranno poi un valido strumento di promozione del territorio attraverso la distribuzione gratuita del materiale realizzato dalla locale APT.

Il Trenino
Coloro i quali lasceranno la propria auto nel parcheggio libero di Via Spalato avranno l’opportunità di salire a bordo ad un prezzo simbolico e raggiungere il centro storico di Brindisi alla scoperta delle sue piazze e vie più caratteristiche. Il trenino, coperto e con una capienza di 14 posti, partendo da Via Spalato arriverà nel centro effettuando quattro soste in corrispondenza dei principali punti di penetrazione nel centro storico:

  1. Angolo tra Via Conserva e Corso Roma,
  2. Piazza della Vittoria (nei pressi del Banco Di Napoli),
  3. Piazza Cairoli,
  4. tornando indietro verso il porto, il trenino farà l’ultima fermata su Corso Garibaldi nei pressi del Bar Ausonia;
  5. infine, grazie alla collaborazione e data per scontata la disponibilità dell’Autorità Portuale, il trenino potrà fare ritorno al parcheggio di Via Spalato passando attraverso la Stazione Marittima ed il suo porto interno.

I visitatori, che saranno anche gli stessi brindisini, potranno liberamente scendere ad uno qualunque dei punti di sosta e risalire, per fare quindi ritorno alle auto, da una fermata qualsiasi con la sola esibizione del tagliando ricevuto al momento della partenza. 
È in fase di studio la possibilità di acquistare i biglietti del trenino attraverso le associazioni di categoria per omaggiare i clienti delle attività commerciali aderenti all’iniziativa, sì da aumentare il grado di fidelizzazione della clientela stessa ed imprimere una accelerazione all’incremento atteso dei fatturati di vendita.
È inoltre opportuno specificare che il mezzo è dotato di copertura assicurativa su persone e mezzi, autisti muniti di patente speciale, è collaudato annualmente ed è omologato ed autorizzato alla circolazione stradale dal Ministero dei Trasporti. 

I parcheggi
Con l’ausilio ed il controllo dei Vigili Urbani si allestirà un’area parcheggio libere da porre a disposizione degli automobilisti nella zone di Via Spalato. La localizzazione di quest’area e la sua vicinanza al centro storico garantirà la possibilità di sosta a tutti coloro che, provenienti dalla zona a sud di Brindisi o dalla stessa Lecce vorranno arrivare nel centro della città senza rischiare di non trovare parcheggio o di perdersi all’interno delle stradine del centro.

La navetta
La Società “Valigia degli Eventi” ha già dato la sua disponibilità circa la possibilità di allestire un nuovo servizio di trasporto privato che, attraverso l’utilizzo di speciali navette, colleghi la zona di sosta con il centro della città, sia in andata che in ritorno, permettendo così l’accesso alla zona commerciale di tutti coloro che in quei giorni vorranno visitare la nostra città e proiettando all’esterno una immagine di organizzazione e di accoglienza che avrà sicuri riscontri per uno sviluppo turistico futuro. 

I Vigili Urbani
La Polizia Municipale si occuperà di garantire il regolare scorrimento veicolare lungo i percorsi delle navetta al fine di evitare che qualche automobilista ineducato possa, con soste irregolari, intralciare il traffico veicolare e, conseguentemente, compromettere il regolare svolgimento del servizio navetta.
La collaborazione della Polizia Municipale diverrà poi indispensabile nel garantire la sicurezza degli automobilisti che decideranno di lasciare la loro auto in via Spalato e nel vigilare sulle attività commerciali in modo da prevenire possibili reati delittuosi in loro danno. 

I commercianti
I commercianti del centro storico ed, in particolare, i commercianti che operano all’interno dell’isola pedonale, durante le giornate di svolgimento della manifestazione di cui si discute, si impegneranno, insieme con i loro dipendenti, a lasciare i loro mezzi parcheggiati sotto casa ed a raggiungere il centro con l’ausilio dei mezzi pubblici, contribuendo in tal modo loro per primi decongestionare la città; inoltre, le attività commerciali prolungheranno l’orario di apertura dalle ore 18.00 sino alle ore 22.00, mantenendo a loro esclusivo carico l’onere relativo al pagamento dello straordinario al personale ed alle spese di gestione. 
Anche i Pubblici Esercizi, bar e ristoranti in primis, garantiranno un sicuro successo all’iniziativa con l’offerta al pubblico di un cocktail analcolico di benvenuto da offrire ad un prezzo simbolico (€.1,00 /€.1,50) e con la realizzazione di un “menù turistico” che, nei gironi infrasettimanali, permetta alla gente di consumare un pasto fuori casa e godersi una bella serata d’estate. 
L’obiettivo comune sarà comunque quello di offrire ai brindisini ed ai turisti una nuova immagine della nostra città, più consona allo sviluppo turistico che noi tutti auspichiamo. 

L’Informazione
Al centro dell’isola pedonale saranno allestiti dei punti informazione facilmente individuabili (gazebo) che, con l’ausilio di personale appositamente preparato, saranno al servizio di tutti i cittadini interessati e distribuirà materiale informativo riguardante le manifestazioni socio-culturali in programma per “l’estate brindisina”, nonché informazioni circa l’ubicazione di monumenti ed uffici pubblici ed i loro relativi orari di apertura al pubblico. 
Presso il punto informazioni sarà inoltre possibile conoscere con esattezza gli orari ed i punti di sosta della navetta, nonché ogni altra informazione, anche di carattere commerciale, riguardante la nostra città; esso, inoltre, costituirà un valido punto di riferimento per tutti coloro i quali, pur non conoscendo la città, volessero passare qualche ora di svago andando alla ricerca di ristoranti tipici o semplicemente inoltrare reclami o proporre suggerimenti per il futuro. 

La Promozione
La manifestazione si svolgerà dal 1° Luglio al 30 Agosto con un programma variabile che renderà ogni giornata sempre diversa.
L’idea sarà pubblicizzata con apposite “locandine illustrative” e materiale promozionale che, con l’ausilio di una grafica appropriata, aumenterà la curiosità e l’attenzione dei più; ulteriore elemento da tenere presente è il fatto che la distribuzione delle locandine e del materiale promozionale non sarà limitata alla sola città di Brindisi ma riguarderà i lidi e gli stabilimenti balneari più frequentati e le aree limitrofe a forte vocazione turistica quali Ostuni, Lecce, Rosa Marina, Villanova, Torre S. Sabina, ecc., si da permettere ai turisti di “vivere la nostra città”, di imparare a conoscerla ed apprezzarla e, fin anche, promuoverla al loro ritorno a casa. 

Il Presidente Prov.le
Antonio D’Amore